Passa ai contenuti principali

Una risposta a questo post: Il MoVimento 5 Stelle non è di sinistra (e neppure di destra)



L'indifferenza vi seppellirà e senza risata, scrivevo in passato.
Ma per impulso emotivo, ora la sospendo questa strana ma comprensibile indifferenza, ci sono limiti e limiti, e qui ogni giorno si provoca. D'altronde si alza il tiro per attirare l'attenzione altrimenti regna sovrano il buio e Grillo ben è consapevole che l'indifferenza sarà la fine per il suo movimento. Dunque pur nella consapevolezza di ciò, se ora scrivo quel che scrivo è solo per indurre alla riflessione ed alla giusta comprensione quelle persone che sono stata attratte dal bagliore senza guardar la fonte e l'essenza di tale misera luce. Una luce destinata a spegnersi presto.
Sul Blog di Grillo viene pubblicato il seguente Post: Il MoVimento5 Stelle non è di sinistra (e neppure di destra).

E' singolare notare come il non è di sinistra non sia incluso in alcuna parentesi.
E' altresì facile liquidare il tutto con una sorta di populismo di stampo fascista.
Ed allora veniamo al dunque del "Cos'è la destra? Cos'è la sinistra?" Mi soffermerò solo su alcune frasi di questo Post di Grillo.

Essere un po' razzisti è di destra,
far entrare chiunque in Italia invece è di sinistra
, scrive Grillo, ebbene essere un po' razzisti vuol dire essere razzisti far entrare chiunque cosa vuol dire? Dietro quel chiunque si celano persone, esperienze di vita, vita. Forse ha dimenticato quello che hanno vissuto gli italiani in America, liquidati tutti come mafiosi o ignoranti, ma non si può generalizzare, non si può fare con tutto il fieno lo stesso covone, generalizzare è sintomo di ignoranza e viltà verso la vita umana.

la prescrizione accelerata è di destra
il giustizialismo verso gli avversari è di sinistra
scrive Grillo.

Prescrizione accelerata, la giustizia esistente è ingiusta, perché la sovranità non è del Popolo ma di chi Governa e chi Governa è e non può che essere artefice del capitalismo italiano e la giustizia risponde a questo principio. Il giustizialismo cos'è? Chi criticava il giustizialismo in Italia erano i mafiosi e questo termine viene introdotto in Italia proprio contro i nascenti maxi-processi contro la mafia. Ma come scritto in precedenza nessuna giustizia è possibile in tal sistema perché la madre ed il padre della giustizia  invocata sono ingiustizia, sono capitalismo.

Il clandestino è di sinistra
il nazionalismo esasperato è di destra.

Scrive che il clandestino è di sinistra. L'essere clandestino è una condizione figlia delle leggi esistenti, il problema è la cittadinanza e tutto ciò che vi è correlato. Dietro l'essere clandestino si celano disperazione e sfruttamento e schiavitù e liquidarlo in tal modo è a dir poco meschino.
Il nazionalismo esasperato è di destra. Perché esiste un nazionalismo buono ed uno cattivo? Che il M5s sia un movimento nazionalista e capitalista mi pare evidente, e questo accentuare il carattere dell'esasperato, conferma tale tesi, nazionalisti sì, ma non esasperati.

Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
Una bella minestrina Ogm è di destra
il cemento sopra un campo di grano è sempre di sinistra

Certo, sull'OGM e sul cemento sul campo di grano nulla da eccepire, così come vorrei sentire le stesse critiche sull'abuso del fotovoltaico o dell'eolico che ha devastato terreni, ambiente e paesaggi.

Ma cos'è la destra cos'è la sinistra...
I matrimoni omosessuali sono una bandiera di sinistra
le puttane a pagamento sono più che mai di destra


Cosa vuol dire che i matrimoni omosessuali sono una bandiera di sinistra? Sono una bandiera della civiltà non certamente di una corrente politica, così come le puttane a pagamento sono più che mai di destra. Anche qui si dovrebbe ragionare su cosa voglia significare essere puttana, su cosa si cela dietro l'essere puttana e sulle modalità di liquidazione dell'essere puttana in quattro battute volgari.

L'ideologia, l'ideologia
non credo ancora che ci sia
è un paravento per fottere la gente
, scrive Grillo.

A dire il vero l'ideologia incute timore semplicemente perché è critica, è pensiero, è eresia verso il dogma imposto dall'ordine sociale, economico, politico determinato dal potere è eresia vero il capitalismo. E d'altronde mai un pensiero anticapitalista è stato espresso in tale post, ora commentato, ed un motivo ci sarà. L'ideologia è consapevolezza. L'ideologia è la minaccia e non una semplice minaccia per il potere. Una minaccia che rischia di contrastare e porre in discussione il dogma imposto anche dalla sola voce del padrone.

Insomma è vero che destra e sinistra istituzionale, oggi giorno voglion dire tutto e nulla, ed infatti io non sono né di destra né di sinistra ma semplicemente me stesso, rifiuto l'etichetta e l'omologazione ma per intenderci il mio pensiero è anticapitalista e anarcocomunista, un pensiero non compatibile con la linea politica ed il pensiero del M5S e chiunque sia comunista, anticapitalista, anarchico, nel nome della coerenza, non può essere compatibile con il M5S governato da Grillo, né dovrebbe collaborare con questa forza politica, questo è ciò che penso.



Marco Barone








Commenti

Post popolari in questo blog

Per la prima volta nella storia di Ronchi arriva l'antimafia

No, nessun effetto  cinematografico. Niente sirene spiegate, palette fuori dall'auto in corsa. Niente poliziotti con il passamontagna. Ma in una regione come il Friuli Venezia Giulia non più isola felice, ma presa di mira dalla camorra e dalla 'ndrangheta in particolar modo ,quando si realizzano cantieri ed opere di una certa rilevanza bisogna metterlo in conto. Cosa? L'accesso del gruppo interforze che ha la scopo di intervenire per prevenire infiltrazioni mafiose nei pubblici appalti. 
Il prefetto dispone accessi ed accertamenti nei cantieri delle imprese interessate all'esecuzione di lavori pubblici, avvalendosi, a tal fine, dei gruppi interforze  ed al termine degli accessi ed accertamenti disposti dal prefetto, il gruppo interforze redige, entro trenta giorni, la relazione contenente i dati e le informazioni acquisite nello svolgimento dell'attività ispettiva, trasmettendola al prefetto che ha disposto l'accesso. Il prefetto,  una volta acquisita la relaz…

La nuova strage di migranti nel Mediterraneo era prevedibile e forse anche voluta nel nazismo del terzo millennio

Lo si sapeva. Lo si sapeva che in tarda primavera sarebbero ripresi gli sbarchi dalla Libia. Con i soliti schemi, metodi. Tutto era prevedibile, conoscibile. E qui la chiusura criminale della rotta balcanica non c'entra nulla. Viviamo in una società dove il più grande crimine di guerra mai compiuto e mai punito, quale il lancio delle bombe atomiche sul Giappone, viene quasi giustificato. Senza quelle bombe non sarebbe finita la seconda guerra mondiale, si dice. E per questo non si deve chiedere scusa. Sono certo che se quelle bombe le avesse lanciate la Russia, oggi si racconterebbe una storia diversa. Ma il mondo funziona così. L'Europa, costituita da Paesi ricchi, si chiude per non essere contaminata dalle razze inferiori. Sì, parlo di razze, si parlo di inferiori. Perché? Perché il fantomatico sentimento razzista di paura, trova in realtà il proprio fondamento in quel concetto di superiorità della razza pura del terzo millennio, che non deve essere intaccata dai poveracci …

Koper o Capodistria?Fiume o Rijeka?Merna o Miren?Londra o London? Trieste e Trst?

Esistono diversi processi di italianizzazione, i più noti sono quelli figli dell'abitudine, figli di quel modo di fare che hanno trasformato London in Londra, Berlin in Berlino, Barcelona in Barcellona, Marseille in Marsiglia ecc. Si dirà che è semplice traduzione. Fattore tipico di tutte le lingue. Poi vi sono luoghi che sono stati soggetti all'italianizzazione forzata tramite la nota opera nazionalfascista e di esempi ve ne sono a bizzeffe, se ne perde il conto, sia in Italia che in Slovenia che in Croazia che ovunque l'Italia abbia operato in tal modo.
Ad esempio Redipuglia  ha storpiato lo sloveno Sredipolje. In altri casi si utilizza l'italianizzazione per rispetto anche della comunità italiana che vi abita, non chiamare quei luoghi con il loro nome italiano significherebbe negare l'esistenza della comunità italiana, almeno per gli italiani autoctoni del luogo è così, pensiamo Capodistria il cui nome in sloveno è Koper, o Rijeka diventata Fiume. Italianizzazi…