Passa ai contenuti principali

Anonymous(?) contro Beppe Grillo, ecco il perchè.





Attaccato il blog di Beppe Grillo.
Nel blog ufficiale di Anonymous Italia  si legge testualmente quanto segue:
 L'attacco di oggi è stato effettuato da una cellula AnonOps, server irc in cui si riuniscono vari coordinatori. Una cellula specializzata in botnet ha utilizzato i mezzi a sua disposizione per oscurare il sito beppegrillo.it Il blog anon-news.blogspot.com e' amministrato da molti coordinatori, ognuno ha potere di postare cio' che ritiene importante, informando in tempo, se e' possibile, le altre cellule o coordinatori AnonOps. Ricordiamo che AnonOps non e' Anonymous, ma una rete dove gli Anonymous si organizzano e comunicano da svariati anni. I 700+ commenti e il resto dei commenti sono stati cancellati per ovvi motivi: cancellando i post anche i commenti vengono cancellati. La cellula operante e' stata momentaneamente esclusa dall'amministrazione del blog, fino a quando l'intera comunita' (quindi anche chi ha commentato i post dell'attacco) potra' decidere la legittimita' dell'attacco con un sondaggio. Mendax

Questo il testo del sondaggio: 

L'attacco contro beppegrillo.it era legittimo?

Quindi, quello che è accaduto è stato realizzato da una cellula dissidente, che è stata momentaneamente esclusa dall'amministrazione del Blog ufficiale di Anonymous.
Perchè attaccare il blog di Beppe Grillo?
Perchè realizzare operazione di censura, anche per un solo giorno?
Forse sarebbe il caso di dirottare l'attenzione su alcuni aspetti, probabilmente non molto conosciuti dai sostenitori del grillismo e del movimento a 5 stelle e che questo attacco ha permesso di evidenziare.
In questo articolo, richiamato nei commenti probabilmente da qualche militante dissidente di Anonymus, emergono delle questioni a dir poco inquietanti.
Si pongono interrogativi di una certa consistenza.
Può Grillo non sapere che la gestione tecnica del suo dominio è domiciliata nella sede di un’azienda legata al Gruppo Telecom, contro cui lui si è scagliato più e più volte?
Articolo che riconduce in sostanza il " controllore " di Grillo al  Gruppo Bilderberg.  Nella premessa dell'articolo richiamato si afferma testualmente che Vale a dire il medesimo gruppo di tecnocrati che sta sconvolgendo l’Europa e che ha piazzato il “suo” Mario Monti in capo alla Presidenza del Consiglio italiano. Come diavolo è possibile che Casaleggio, influencer di Grillo, permetta al suo membro più rappresentativo di sedere tra le fila dell’Aspen, insieme a figure quali lo stesso Mario Monti, Giulio Tremonti, John Elkann, Giuliano Amato, Fedele Confalonieri, i due Letta, Enrico e Gianni, Emma Marcegaglia, Cesare Romiti, Lorenzo Ornaghi e altri? In teoria dovrebbero essere "nemici", Casaleggio e gli aspeniani…
 
Personalmente non sono mai stato favorevole ad operazioni di censura, però se quell'attacco è servito per fare emergere questioni sconosciute ai più , se quell'attacco è servito per far trapelare situazioni che sembrano non essere state smentite, se quell'attacco è servito per fare aprire gli occhi su una realtà politica che dice di essere contro il sistema, che giorno dopo giorno matura sempre maggior consenso sociale, una riflessione è dovuta.
Anonymous, quello ufficiale, ha temporaneamente preso le distanze dall'attacco, attacco che ha avuto anche, nell'ignoranza dell'opinione pubblica, l'effetto di screditare lo stesso Anonymous.
Quanti capiranno che AnonOps non è Anonymous?
La rete oggi rappresenta il primo canale di vera informazione, i processi rivoluzionari e di ribaltamento sociale passeranno anche attraverso la rete, per liberarsi dalla rete ed invadere le strade dormienti delle nostre Città. Prima o poi ciò accadrà anche in Occidente.
Occupy è stata solo una sorta di avvisaglia.
Da questo attacco si deducono due questioni, la prima è l'aver acceso i riflettori su questioni sconosciute ai più sulla realtà di Beppe Grillo, e tutti aspettiamo smentite,  la seconda che Anonymous con questo attacco a livello di opinione pubblica, anche se non direttamente responsabile, non ne uscirà certamente bene, ed Anonymous oggi  da molti è stato individuato come un nemico del sistema.
 

Aggiornamento:
Anonymous precisa, a proposito dell'attacco del sito di Beppe Grillo: AnonOps è una rete completamente autogestita il suo fine è mettere a disposizione di ognuno gli strumenti di protesta informatica, nessun utente può garantire del comportamento dell'altro, ognuno ha diritto a sviluppare liberamente il propio dissenso, purchè non sia manifestamente discriminatorio verso religione, etnie, orientamenti sessuali etc... etc...
Riguardo al recente attacco al blog di Beppe Grillo questo non crea discriminazione alcuna verso minoranze o altro quindi è un'azione che può essere rivendicata dà anonymous e come tutte le azioni di anonymous è sostenuta da alcuni ma non da tutti. Aken

Commenti

Post popolari in questo blog

Nova Gorica interrompa i rapporti con Gorizia

Non è la prima volta e non sarà forse neanche l'ultima volta che Gorizia e l'Italia dovranno vivere un sabato nero. Ricevere certi nostalgici è un qualcosa di veramente incomprensibile che continua a trovare spazio e legittimazione in una zona di confine come questa che ha conosciuto più che altrove le barbarie compiute soprattutto contro gli sloveni. Non è un caso che anche Gorizia ha avuto il suo Narodni dom. Il 4 novembre del 1926, sei anni dopo l'incendio del Narodni dom,un manipolo di fascisti, festeggiando la Celebrazione della vittoria, entrarono violentemente nelle sale del Trgovski Dom, gettando in cortile libri, mobili, oggetti, tutto quello che si poteva gettare venne gettato via fino a costituire un mucchio da bruciare. E bruciarono libri, documenti, mobili,oggetti, simboli, bruciarono l'identità slovena, il riscatto sloveno, tra una folla di cittadini che osservava anche applaudendo ed inneggiando Viva l'Italia. E' inaccettabile che nella Repubbli…

Clara Petacci è stata violentata ?

Chi è Clara Petacci? Chi sono i Partigiani? Domande legittime, anzi doverose perchè le nuove generazioni non conoscono la storia, e quando leggi che per molti studenti tedeschi Hitler altro non era che un democratico, allora comprendi che quando si parla di tematiche calde e delicate che hanno segnato la storia del secolo scorso, non si deve mai dare nulla per scontato. Nella serata del 6 luglio 2012 Rai tre,conosciuto come canale di sinistra, oggi io direi sinistra sinistrata, ha trasmesso un programma storico interessante che riguardava la Marcia su Roma, la morte ed i misteri di Mussolini. Il programma era la Grande Storia. Ha voluto conferire una diversa visione della verità storica ufficiale conferendo grande credito a teorie sostenute specialmente dai nostalgici del fascismo. Certo la storia o meglio la verità storica per essere tale non dovrebbe essere politicizzata, ma ciò è a dir poco impossibile visto il funzionamento della società. Ieri sera mi son voluto mettere nei panni di un …

Minoranza linguistica slovena, in Italia si guarda al modello danese?

Se c'è una cosa che andrà ricordata quasi come si ricordava l'Ave Maria è che se il FVG può vantare la sua specialità, il suo essere Regione a Statuto speciale è prevalentemente se non esclusivamente per il suo plurilinguismo. Oramai, è ahimè una constatazione di fatto, la lingua tedesca è parlata in pochissimi casi e realtà, si è fatto poco o nulla per difenderla ed incentivarla, resistono invece lo sloveno ed il friulano, nonostante siano tante le mancanze a partire dal bilinguismo visivo soprattutto violato nei confronti degli sloveni. Su 216 Comuni  in FVG la minoranza linguistica friulana è presente in 175 comuni, quella slovena in 32 e quella germanica in 5, cioè la quasi totalità dei Comuni ha una "minoranza linguistica". E visto che la minoranza germanica è a rischio di estinzione, l'attenzione deve essere alta.

E' un dato di fatto che in Italia vi è un deficit di democrazia importante, basta guardare le elezioni di marzo 2018, pochi mesi di campagna…