Passa ai contenuti principali

La controrivoluzione delle Sentinelle in Piedi ed Alleanza Cattolica


Scriveva Plinio Corrêa de Oliveira "Se la Rivoluzione è il disordine, la Controrivoluzione è la restaurazione dell'ordine. E per ordine noi intendiamo la pace di Cristo nel regno di Cristo, ossia la Civiltà Cristiana, austera e gerarchica, fondamentalmente sacra, anti-egualitaria e antiliberale" ( Rivoluzione e Contro-Rivoluzione, 1959 ).
Nel sito di Alleanza Cattolica, si legge: "Alleanza Cattolica, non fondata né diretta da Plinio Corrêa de Oliveira, ha però fatto tematico riferimento al suo magistero contro-rivoluzionario durante la sua vita terrena. Perciò gli manifesta la sua gratitudine, e in qualche modo lo ricambia, con la preghiera di suffragio”. Nel 2004 si condivideva, sempre sul loro sito, l'appello a sostegno di Tradizione e Famiglia e proprietà ove in alcuni passaggi emergeva :" Tradizione, Famiglia, Proprietà: un ideale perenne I firmatari di questo comunicato, animati dalla figura impareggiabile di Plinio Corrêa de Oliveira, il Crociato del Secolo XX, non si scoraggiano di fronte all’inspiegabile e all’imprevedibile, che sperano di veder rapidamente sanati". 

Per controrivoluzione, nel dizionario del Corriere della Sera, si intende " Tentativo politico-militare di restaurare un assetto sociale e politico rovesciato da un moto rivoluzionario ". Ora, chiaramente esistono diverse variabili del sentimento controrivoluzionario. Esistono diversi eserciti, vi sono quelli che utilizzano le canoniche armi, e quelli che ricorrono invece allo strumento della religione o dell'ideologia reazionaria, conservatrice, anticomunista, antisocialista, tradizionalista, per contrastare ogni evoluzione dei diritti, ogni contrasto a quella tradizione, legata al concetto di proprietà privata, e famiglia tradizionale propri del peggior medioevo. Su Alleanza Cattolica è già stato scritto tanto  in passato, diversi articoli si potranno trovare in rete, e non è un mistero che le loro posizioni sono molto vicine a quelle  della  estrema destraD'altronde se uno dei co-fondatori di Alleanza Cattolica, è stato Agostino Sanfratello, come viene riportato anche su wikipedia, che ha partecipato al lancio di Forza nuova, un motivo ci sarà. Un movimento che si ispira, a quanto pare, al vecchio feudalesimo, a principi tipici del medioevo con la conseguente gerarchizzazione della società tipica di quel tempo. Ma i rapporti, oggi, tra Forza nuova ed Alleanza Cattolica, sono di conflittualità.
Una conflittualità e rivalità che vede contendersi il nuovo movimento delle Sentinelle in Piedi,che si ispira al manifesto delle Sentinelle Francesi, strumentalizzando il pensiero del controverso Antoine de Saint-Exupéry, autore del Piccolo principe, ma anche di alcune preghiere, per la loro causa.

In Italia sono balzati all'onore della cronaca, per la loro battaglia contro la legge anti-omotransfobia. Si ritrovano in qualche piazza, per circa un'ora, leggendo un libro, in piedi ed in silenzio per protestare contro quella legge che vuole contrastare l'omofobia e tutto ciò che vi è connesso. La strategia comunicativa che utilizzano è in sostanza che loro non sono per le "violenze" contro gli omosessuali, ma sono contro una legge che reprimerebbe la libertà di espressione e tutela della famiglia "naturale". Questo è quello che si legge nel loro sito internet ufficiale : " Ritti, silenti e fermi vegliamo per la libertà d’espressione e per la tutela della famiglia naturale fondata sull’unione tra uomo e donna. La nostra è una rete apartitica e aconfessionale: con noi vegliano donne, uomini, bambini, anziani, operai, avvocati, insegnanti, impiegati, cattolici, musulmani, ortodossi, persone di qualunque orientamento sessuale, perché la libertà d’espressione non ha religione o appartenenza politica, ci riguarda tutti e ci interessa tutti. Sul modello dei Veilleurs debout francesi, che sono opposti alla legge Taubira sul matrimonio tra persone dello stesso sesso, le Sentinelle in Piedi, una rete di cittadini apartitica e aconfessionale, veglieranno per un’ora in silenzio leggendo un libro". Una strategia che è fatta propria dal nuovo fascismo, rivendicano la libertà di pensiero, per organizzare i loro raduni e le loro manifestazioni. Ma la Costituzione italiana così come quella europea, nasce dall'antinazifascismo e certamente non è pensata per la divulgazione di idee fasciste, naziste, neonazifasciste o per la negazione di diritti civili.  Stesso discorso vale per coloro che, in piedi, fermi e silenti, un silenzio tanto inquietante quanto reazionario per il  messaggio statico e visivo e sostanziale che vogliono comunicare, rivendicano la difesa della famiglia tradizionale, il contrasto alle conquiste del 68, senza nulla voler concedere, in tema di diritti, a chi diritti deve e non può che avere e pretendere. 
La religione deve essere un fatto privato, non deve condizionare la vita sociale e politica di un Paese, non deve condizionare ed influenzare il riconoscimento o meno di diritti civili. Quando la religione diventa strumento di lotta, è chiaro che si realizzano nuove crociate,e queste nuove crociate hanno come battaglia centrale il non contrasto all'omotransfobia, tramite la difesa dell'assurda medievale famiglia naturale, perché non riconoscere giusti diritti alle coppie dello stesso sesso, per esempio, altro significato non ha che quello di una legittimazione di una duplice violenza verso queste persone. Violenza della loro integrità psicofisica e violenza sociale ed esistenziale. Ma è una violenza che si esercita anche verso la democrazia e la società civile tutta. Come scritto, Forza Nuova emula, ultimamente, le modalità di "lotta" di queste Sentinelle In Piedi. Per esempio in un loro recente comunicato di Milano si legge :
10 marzo 2014 Ieri pomeriggio, a Milano, la questura ha vietato la conferenza organizzata dai Giuristi per la Vita, dal centro studi Jeanne d’Arc e dal circolo culturale Il Talebano in via delle Ore, in un palazzo dell’arcivescovado. Nonostante questo divieto, più di 100 persone sono scese in piazza protestando, con la modalità delle sentinelle in piedi, contro le istituzioni che vogliono tappare la bocca a chi difende la Vita”

Ma, per evitare che vi potesse essere una sorta di appropriazione del marchio delle Sentinelle in Piedi ecco che, come emergerebbe in rete, sarebbe stata presentata la registrazione del marchio con la contestuale elezione del domicilio, presso una nota realtà in cui, casualmente, opera in qualità di “Partner” Massimo Introvigne, reggente nazionale vicario di Alleanza Cattolica. E' il caso di evidenziare che Alleanza Cattolica di Milano e di Bergamo hanno condiviso le iniziative delle Sentinelle in Piedi:




Massimo Introvigne è un personaggio molto noto in certi ambienti ed ha addirittura una voce su wikipedia, anche se quella italiana è diversa da quella inglese. In quella inglese emerge per esempio che nel 2004, Introvigne è stato intitolato come "presidente" della Società Transilvania in Italia. Ed è interessante notare, a tal proposito, che La Transylvanian Society of Dracula ringrazia il CESNUR (con cui non ha collegamenti istituzionali) per l'ospitalità sul suo sito, e raccomanda la biblioteca del CESNUR per le sue ricche collezioni in tema di vampiri”. ( http://www.cesnur.org/Dracula.htm http://www.cesnur.org/2004/vamp_04.htm )


Nel sito di Introvigne si legge che : “Nel settore degli studi sulle religioni, nel 1988 fonda con altri il CESNUR (Centro Studi sulle Nuove Religioni), oggi la maggiore istituzione europea nel settore degli studi sulle minoranze religiose, di cui è tuttora direttore.  Ora, sarà certamente una passione, però è un fatto non secondario, come non secondaria è anche la discussione che è emersa in wikipedia, dove alcuni avrebbero chiesto di avviare la procedura di cancellazione della sua voce perché non “neutrale”. 
Massimo Introvigne, tra le altre cose, ha avuto nell'ambito dell'OSCE (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) il ruolo di Rappresentante per la lotta contro il razzismo, la xenofobia e la discriminazione, con un’attenzione particolare alla discriminazione contro i cristiani e i membri di altre religioni. Dal giugno 2012 è coordinatore dell'Osservatorio della Libertà Religiosa costituito dal Ministero degli Esteri italiano in collaborazione con Roma Capitale. Fa parte del comitato scientifico della Fondazione Res Publica di Milano, il cui presidente è Giulio Tremonti,  per conto della quale ha diretto il tavolo di lavoro dedicato ai problemi della libertà religiosa e dei rischi per la sicurezza derivanti dal fondamentalismo religioso. E’ vice-presidente della Associazione Torino Europa L’Associazione ha la finalità di promuovere la ricerca, la formazione ed il dibattito su tematiche politiche e sociali alla luce dei valori della dottrina sociale cristiana e della cultura liberaldemocratica.
Ma scrive anche per diversi siti di "parte" come il Timone. Il Timone, sito cattolico, è richiamato, via internet, da uno dei principali siti ed una delle principali voci della Chiesa triestina, Vita Nuova, tramite l'invito a sottoscrivere l'appelloFermiamo la legge contro l'omofobia Dal 22 luglio la Camera inizierà la discussione di un disegno di legge che in nome della lotta all'omofobia impedirà la manifestazione della libertà di pensiero e minaccerà la libertà religiosa” che ad oggi ha raccolto in tutta Italia solo 31925 firme. Ciò perché l'Appello pubblicato nel sito la nuova bussola quotidiana, a cui Vita nuova di Trieste invita alla sottoscrizione, ha visto, tra le altre cose, pubblicare diversi articoli di Introvigne, e pubblicizzare tramite un banner anche il Timone di cui Introvigne è stato uno dei soggetti più attivi nella fondazione di questa rivista.

Vita Nuova che ha recentemente pubblicato un pezzo dal titolo "Due piazze, due mondi" che ovviamente parla bene dell'iniziativa delle Sentinelle in Piedi triestina. Insomma esistono dei collegamenti da approfondire, non casuali e non da sottovalutare. Un processo controrivoluzionario e settario è in essere e deve essere fermato e contrastato. Anche se non sarà facile, anche se le Sentinelle in Piedi rivendicano di avere sostegno da una parte della così detta sinistra, come Mario Adinolfi,tra i fondatori del PD, ma come è noto bisognerebbe interrogarsi su cosa significa oggi sinistra e se il PD può essere realmente definito come soggetto politico prevalentemente di sinistra o di sinistra.

Commenti

Post popolari in questo blog

Giorno del ricordo a Gorizia e agibilità democratica: Revocata sala gestita dalla provincia a resistenza storica

Era stato promosso dal gruppo di Resistenza Storica e sinistra goriziana antifascista, un convegno per il 10 febbraio dal seguente titolo, da svolgersi in Gorizia, presso il palazzo provinciale Attems:11 ANNI DI "GIORNO DEL RICORDO" Tra mistificazioni storiche e rivalutazione del fascismo. Questi gli interventi previsti: Alessandra KERSEVAN: Il ruolo della X Mas al confine orientale; Claudia CERNIGOI: Il "fenomeno" delle foibe e gli scomparsi da Gorizia nel maggio 1945; Sandi VOLK: 10 anni di onorificenze della legge del Ricordo; Piero PURINI: Gli esodi prima e dopo il secondo conflitto mondiale; Marco BARONE: "Volemo tornar". L'irredentismo del terzo millennio; nota di inquadramento storico e coordinamento del dibattito a cura di Marco PUPPINI. Contestualmente a ciò, nella stessa giornata, nella stessa città, ma in luogo diverso, è previsto il convegno organizzato dalla Lega Nazionale di Gorizia, con l'alto patrocinio della Prefettura, Provincia…

Se Babbo Natale ha ridimensionato San Nicolò

Ma è più sentito San Nicolò o Babbo Natale?

Questo è quanto mi domandavo notando tutta la serie di prodotti realizzati, i mercatini diffusi, le fiere e quant'altro si afferma in prossimità della notte tra il 5 e 6 dicembre. Così come mi domando, ma quanti conoscono la sua storia? Quanti sanno che tipo di santo protettore sarebbe?  Scommetto che le mani alzate sarebbero una manciata.  Ed a dirla tutta non interessa, interessa quel giorno solo scambiarsi qualche regalino, girovagare per le fiere, bere e mangiare.
San Nicolò, dicono, è un santo molto venerato in tutto il mondo, addirittura avrebbe carattere universale. Sarà. Ma in Italia ci sono su più di 8 mila Comuni solo una ventina di località, e qualche Comune, ad avere questo nome e sono poche le località dove viene festeggiato, soprattutto in alcune zone del Nord Est ed in Puglia.  Vi è chi dice che Babbo Natale altro non sia che praticamente il San Nicolò in chiave pienamente consumistica, che avrebbe tratto origine da qu…

Se toccare il seno della statua di Giulietta è di buon auspicio, perchè?

Città che vai, tradizione o superstizione che troverai. In pieno centro a Monaco vi è la statua di Giulietta, donata dalla città di Verona. Una foto con Giulietta è immancabile a Monaco così come toccare il suo seno destro è un gesto molto diffuso. Ed è stato toccato tante di quelle volte che  praticamente è stato consumato dalla "passione" dei passanti tanto che ha assunto una tonalità più chiara rispetto al resto della statua. Ma da dove nasce questa superstizione? Perchè toccare il seno destro di Giulietta sarebbe di buon auspicio? Ognuno avrà una sua risposta, e Giulietta non può fare altro che subire questo rito. Un rito che accomuna diverse città, perchè la statua di Giulietta la si può trovare in diverse località oltre ovviamente che a Verona. A Monaco ve ne sono due, una prima copia donata dalla Cassa di Risparmio di Verona nel 1974, si trova ai piedi della torre dell’antico municipio a Marienplatz. La seconda si trova nel parco di Shakespeare Platz. Monaco e Vero…