Gorizia: la prossima amministrazione comunale revochi cittadinanza a Mussolini e Badoglio


Bastano cinque minuti per togliere quel fango che ancora sporca una Gorizia che ha dato un gran contributo nella lotta alla resistenza e per l'antifascismo. Città che ha ancora la cittadinanza onoraria a Mussolini, conferita come accaduto in tantissimi Comuni italiani nel 1924 . 
Ma come è stato evidenziato sul Piccolo di Gorizia del 7 maggio, Gorizia, giusto per non farsi mancare niente, ha conferito la cittadinanza onoraria anche a Badoglio. Da revocare non tanto per la disfatta di Caporetto, bensì per i fatti criminali accaduti in Africa, a partire dall'Etiopia. Certo, non è mai stato processato come criminale di guerra, come tanti altri italiani, ma ciò non significa nulla. Ovviamente è impensabile che ciò possa farlo l'attuale amministrazione comunale, viste le sue simpatie per la X^Mas, ad esempio. E' auspicabile che la prossima amministrazione comunale, sempre che non si ponga in continuità con la presente, possa dedicare cinque minuti del proprio tempo per cancellare una pagina semplicemente vergognosa che disonora Gorizia ed il suo territorio e dare un significativo segnale di discontinuità con il passato, così come non sarebbe male mettere mano alla toponomastica e cancellare intitolazioni di vie che non dovrebbero più esistere, come quella a Cadorna, D'Annunzio, Oberdan, Diaz, ad esempio.

Marco Barone

Commenti