Passa ai contenuti principali

Calcio: chi vincerà lo scudetto? Avranno ragione gli allibratori del calcio o ci saranno sorprese?

Mancano ancora diversi giorni per la chiusura del calciomercato, ma il grosso è già delineato. Nel settore del calcio-scommesse, la Juventus è data come favorita, si va da 1,9 per la Juve campione d'Italia al massimo di 2,4, segue, al secondo posto, la Roma da 3 a 3,5, al terzo posto si colloca il Napoli,da 5 a 5,4, al quarto posto l'Inter da 9,5 a 17, al quinto posto il Milan da 13 a 20 , al sesto la Fiorentina da 15 a 17 al settimo la Lazio 81 a 151 e chiude all'ottavo posto il Parma.
Sarà questa la classifica finale del campionato italiano? Se così sarà, si registrerà un grosso fallimento per le milanesi, che aspirano, nel mondo dei migliori sogni, ad oggi sogni illusori, di giocare la finale di Champions League 2016 nella propria città, a Milano. 
Il Milan sarà certamente una squadra che offrirà diverse sorprese, la gestione innovativa Inzaghi, sembra aver portato gli stimoli giusti che mancavano da tempo in casa Milan, dopo un periodo di lunghe turbolenze. L'Inter è la squadra che vive un vero restyling, a partire dalle maglie al  noto giuramento verso i nove punti, ma ad oggi, la nuova dirigenza made Oriente, non sembra proprio entusiasmare e Mazzarri si giocherà sicuramente il tutto nel girone di andata, e se l'Inter fallisce l'obiettivo qualificazione coppa campioni, viste le aspettative dei tifosi, sarà un mero insuccesso, difficile da digerire, dunque sicuramente rispetto al Milan i nerazzurri vivranno questo campionato con maggiore pressione. Il Napoli dovrà confermare il buon campionato svolto l'anno precedente, ma difficilmente riuscirà a contendere i primi due posti, ma i tifosi ci sperano sempre fino alla fine. Primo e secondo posto che  si giostreranno Juventus, con la nuova gestione Allegri, una corazzata che cercherà di raggiungere  i quattro scudetti consecutivi, record in questo nuovo secolo calcistico che appartiene all'Inter, e magari aspirare a superare il record dei cinque scudetti consecutivi che si contendono, formalmente, Juventus ed Inter. La Roma è la squadra che cercherà di vincere questo scudetto, guidata dall'ambiente favorevole e da un grande entusiasmo, se la Roma riuscirà a mantenere un certo stile ed una sana continuità,sicuramente duellerà con la Juventus fino all'ultima giornata calcistica. Siamo lontani dalla situazione che si registra nel campionato inglese, dove le contendenti sono cinque o sei squadre, per il primo posto, in Italia, ad oggi, salvo sorprese, saranno Juventus e Roma a contendersi il primo posto, però è anche vero che il bello del calcio è dato dalle sorprese e queste possono sempre pervenire e magari saranno le sorprese a mettere in discussione le previsioni come maturate nel calcio-scommesse.
Comunque sia, buon campionato a tutte le squadre calcistiche e che possa essere un campionato di calcio nel segno della civiltà.

Marco Barone

Commenti

Post popolari in questo blog

Giorno del ricordo a Gorizia e agibilità democratica: Revocata sala gestita dalla provincia a resistenza storica

Era stato promosso dal gruppo di Resistenza Storica e sinistra goriziana antifascista, un convegno per il 10 febbraio dal seguente titolo, da svolgersi in Gorizia, presso il palazzo provinciale Attems:11 ANNI DI "GIORNO DEL RICORDO" Tra mistificazioni storiche e rivalutazione del fascismo. Questi gli interventi previsti: Alessandra KERSEVAN: Il ruolo della X Mas al confine orientale; Claudia CERNIGOI: Il "fenomeno" delle foibe e gli scomparsi da Gorizia nel maggio 1945; Sandi VOLK: 10 anni di onorificenze della legge del Ricordo; Piero PURINI: Gli esodi prima e dopo il secondo conflitto mondiale; Marco BARONE: "Volemo tornar". L'irredentismo del terzo millennio; nota di inquadramento storico e coordinamento del dibattito a cura di Marco PUPPINI. Contestualmente a ciò, nella stessa giornata, nella stessa città, ma in luogo diverso, è previsto il convegno organizzato dalla Lega Nazionale di Gorizia, con l'alto patrocinio della Prefettura, Provincia…

Le conclusioni della Commissione d'inchiesta sul caso Moro

Nelle considerazioni conclusive della Commissione d'inchiesta sul Caso Moro emergono spunti di riflessione importante ed anche inquietanti che dovrebbero far tremare i pilastri della nostra Repubblica. Un lavoro durato alcuni anni, con diverse audizioni, accessi a documenti, verifiche, ispezioni, un lavoro enorme e giunto a termine.    La legge istitutiva della Commissione (Legge 30 maggio 2014, n. 82) ha assegnato come mandato all'inchiesta parlamentare quello di «accertare eventuali nuovi elementi che possono integrare le conoscenze acquisite dalle precedenti Commissioni parlamentari di inchiesta sulla strage di Via Fani, sul sequestro e sull'assassinio di Aldo Moro; eventuali responsabilità sui fatti di cui alla lettera a) riconducibili ad apparati, strutture e organizzazioni comunque denominati ovvero a persone a essi appartenenti o appartenute». E' stato sottolineato che è "dalla rilettura sistematica dei cinque processi e dell'attività delle precedenti…

Il pranzo sociale dell’ANPI di Ronchi ( foto) sotto il segno dell’antifascismo e dei ricordi

Riuscito e partecipato il pranzo sociale organizzato dall’ANPI di Ronchi presso l'accogliente agriturismo Mazzuchin di Vermegliano a pochi passi dalla suggestiva chiesetta di Santo Stefano e durato per buona parte del pomeriggio del 16 dicembre. Quasi un centinaio i partecipanti, dove sotto il segno della musica, partigiana e popolare, balli e ricordi, senza dimenticare l'immancabile lotteria curata con una passione unica dalla solita ed immancabile ed unica Angela, si è consumato un momento conviviale oramai tradizionale. Non sono mancati i momenti di confronto e di riflessione, con i messaggi e gli spunti offerti sia dal Presidente provinciale dell’ANPI di Gorizia, Pironi che dalla Presidente dell’ANPI di Ronchi, Cuzzi.

Il segretario Martinuzzi ha ricordato tutta l’attività svolta dall’ANPI di Ronchi, dai pellegrinaggi laici organizzati nei luoghi della resistenza in Slovenia, ai gemellaggi storici, agli incontri con le scuole, agli appuntamenti del 25 aprile e 2 giugno, a…