Passa ai contenuti principali

Ho incontrato un alieno.

Una finestra aperta nel mondo reale, regala un momento di vita vero, puro, dolce.

Un cielo pennellato con il blu reale e rosso scarlatto, sovrasta la mente di chi passeggia per le vie non più

tortuose della colta, grassa, Bologna.

Per un momento, intenso come l'ora d'aria respirata da chi è imprigionato nelle mura del sistema, voglio

camminar a testa alta; per un momento voglio camminar senza essere ingubbito dal macigno della prospettiva

dell'affermato reale.

Sinfonie vibranti nell'aria mescolate nel grido di gioia spensierata celano i rumori tipici della città

metropolitana;

abbracci nell'esser vivi , passeggiando con lentezza sotto il portico dell'amore che accompagna l'individuo

nella collettività sociale, allontanando  la tristezza della solitudine non cercata.

Profumo di vita, dolce, delicato e vellutato, come le mani della musa ispiratrice di quel paesaggio orfeico  che,  dipinto dall'emozione del sospirato bacio notturno, trascina via il tuo corpo materiale nello spazio indefinito da  madre natura.

Sollevar la testa, durante il cammino tra i pensieri scalfiti sulle pareti di arenaria e impressi sulle colonne di

legno che sostengono i portici dal peso del sistema vigente, allieta l'animo infuocato dall'ingiustizia presente.

Sorrisi di passione, ebbrezza nell'amore, coglie la mano di quella persona abbandonata dal mondo asociale, nel mondo della carità umama, la qual sollevando il proprio senso di vita nello sguardo gioioso di chi ha deciso di abbandonar l'apollinea ratio per un solo momento di realtà percepita, ora, sì, sorride.

E' così colorato il pianeta che ospita le nostre vite; è così profondo e meravigliosamente stupendo l'angolo virtuoso dell'umiltà che si pone innanzi al nostro cammino ogni giorno; è così semplicemente bella e calda la sfera della libertà in cui siam imprigionati, che nell'esser travolti dalle nefandezze meccaniche, definite, determinate, dal sistema, priviamo ogni attimo non vissuto l'eterno senso di felicità della propria essenza.

Imprigionare l'allodola, spirito libero coccolato dalle mani di madre natura, nella gabbia dell'egosimo materialistico, comporterà la morte dell'allodola.

Per un solo momento voglio credere di essere l'allodola libera di volare e cantare l'amore per la vita, nelle vie

ordinarie della metropoli del nuovo millennio;

per un solo momento voglio creder di essere libero dalla schiavitù delle regole del sistema;

ed allora immerso nei colori del ciel blu reale e rosso scarlatto incontro l'ottimismo rivoluzionario.

Oggi ho incontrato l'alieno,

e questo alieno voglio presentarlo a tutti voi che ora leggete il mio scritto,

voglio offrirvi, anche per un solo ma breve intenso attimo,

quel senso di distacco dal mondo reale che ha catturato il mio essere uomo;

ebbene il nome dell'alieno

era,

e sarà,

ottimismo.

Marco Barone
M&G

Commenti

Post popolari in questo blog

Dal "daspo urbano per chi offende il giorno del ricordo"al concetto di slavo che offende la Trieste italiana. Ma Saranno gli "slavi" a salvare Gorizia e Trieste

E' un mondo difficile diceva una nota canzoncina che per diverso tempo veniva trasmessa dalle nostre radio. Un mondo difficile, che è letteralmente virato verso forme di chiusura e rigidità a causa di una globalizzazione letteralmente selvaggia.

Diversi media hanno avuto un ruolo nefasto in tutto ciò, dal momento in cui per anni hanno favorito, sotto il nome di una fantomatica democrazia, l'affermazione di concetti indegni, di quel veleno sociale, di quelle narrazioni nocive per la convivenza civile e pacifica, che hanno riabilitato le peggiori istanze e rinforzato a dismisura quei "quattro provoloni"di neofascisti, mentre "quattro provoloni" non sono più indistintamente i razzisti. Tra i fatti di Macerata, come poi ripetutesi vicino ad Enna, e quanto accaduto nel Confine Orientale in soli 25 anni di occupazione italiana subito dopo la fine della prima guerra mondiale vi è stato un solo filo di continuità. Qui il fascismo si è realizzato prima che altrove,…

Altro che "buonascuola" in Italia siamo degli analfabeti rispetto all'Europa, il rapporto ISTAT sullo stato dell'istruzione in Italia

L'ISTAT ha pubblicato un corposo rapporto incentrato sulla questione della conoscenza.  Ed emerge una fotografia del Paese devastante. Da un lato hai la propaganda di chi racconta un Paese che esiste solo nella sua mente che mente, a partire da chi difende la peggior legge mai scritta in Italia in materia di legislazione scolastica quale la "buonascuola" bocciata da quasi l'intera comunità scolastica con uno sciopero epocale nel maggio 2015. Dall'altro hai la realtà che ti narra un Paese in estrema difficoltà e povertà e diffusa ignoranza. L'Istat rileva chiaramente che "in Italia la recessione, anche per i vincoli di finanza pubblica dovuti al debito, è stata più profonda rispetto a tutte le altre economie europee, riportando il potere d’acquisto delle famiglie nel 2012 indietro fino ai livelli degli anni Novanta."
E ciò sotto gli occhi di tutti.  A livello di conoscenza afferma che "L’Italia è un’economia industriale ad alto reddito ma ano…

Iera una volta...il mercato di Ronchi

Iera una volta il mercato di Ronchi. Questa è oramai una constatazione di fatto che vivi nei mercoledì ronchesi, giorno per eccellenza del mercato. I mercati sono sopravvissuti ai secoli, alle guerre, al progresso, all'avvento dei grandi centri commerciali che hanno risucchiato nel buco nero della depressione economica i piccoli commercianti, con città sempre più svuotate con il paradosso che vedrai le città finte, create ad hoc per il commercio, essere strapiene.

I mercati resistono, ma faticano a sopravvivere soprattutto quando arriva l'ultimo mercoledì del mese, quando i soldi son già finiti e per le strade del mercato vedrai sempre meno gente.

Un mercato che ha una sua storia importante, noto soprattutto per la sua energia, vitalità, socialità, che paga probabilmente il prezzo di diverse problematicità, da quelle logistiche alla crisi sociale ed economica che si è scagliata su questo Territorio che pur avendo potenzialità enormi per alzare la testa, in questo momento sto…