Nei Balcani, Trieste, questa sconosciuta. Ma non Trst




Girando per i Balcani, in largo e in lungo, c'è una cosa che non può passare inosservata. Se chiedi di Trieste, in più occasioni ti verrà risposto, Trst? Oppure, dovrai tu dire Trst, perchè Trieste, non dice niente, non è conosciuta.  Ma se dici Trst, le cose cambiano. Si apre il dialogo. D'altronde se in Italia, o meglio in Friuli Venezia Giulia, dici, vado a Split, vado a Pula, vado a Rijeka, vado a Koper, vado a Zadar, ti verrà risposto nel corrispettivo italiano, oppure si individuerà la città solo se la chiami con il nome in italiano. Altrimenti, anche le città con i loro nomi sloveni, croati, ecc, non diranno niente ai più. Solite storie, che devono fare riflettere, sullo stato dei luoghi, sui nomi dei luoghi, su come vengono identificati. Se dici Trieste, nei Balcani, non dirai nulla, se dici Trst, ti si apre un mondo. Reciprocità, verrebbe da dire. Da tenere sempre in mente che lì dove ci sono le minoranze è sacrosanto chiamare i luoghi con i nomi anche nella lingua delle minoranze autoctone.

mb

Commenti