Gorizia una città in crisi che rischia di non avere più alcuna storia




Uno sguardo in alto, e leggi, Piazza della Vittoria, già piazza Travnik, già piazza Grande. E qui c'è tutto. In una piccola città periferica italiana, che ha visto nella sua storia più l'alibi per giustificare la sua crisi, che un ponte per unire e crescere e andare oltre. Una città che è ancora vincolata in modo pesante al secolo breve, che non riesce a fare pace con se stessa, figurarsi con i vicini di là, dove la diffidenza è sempre pronta a colpire, pur non essendoci reticolati del dopo guerra, ci sono muri invisibili ma potenti. Una città che è in crisi. Se il primo biglietto da visita della città sono le vetrine, quando passeggi per Gorizia ti viene lo sconforto. Una marea di attività commerciali che hanno chiuso. Rinunci anche a contarle. Gorizia è una bella cittadina dal punto di vista estetico, ha una bella architettura, ma non c'è niente da fare. Non riesce a fare quel passo decisivo per superare quel recinto nella quale si è chiusa. A furia di diversi sulla storia, questa città finirà, con la crisi che la sta divorando, di non avere più alcuna storia.

mb

Commenti