Ma la Commissione Parlamentare d'inchiesta a che serve?

Uno strumento che potrebbe essere di grande utilità per la collettività, è quello contemplato dall'articolo 82 della Costituzione, in base al quale ciascuna Camera può disporre inchieste su materie di pubblico interesse. A tal fine, si istituisce una apposita Commissione composta in modo da rispecchiare la proporzione dei vari Gruppi parlamentari. Le Commissioni d'inchiesta bicamerali, formate da Deputati e Senatori, sono ordinariamente istituite con legge. Le Commissioni d'inchiesta, sia monocamerali sia bicamerali, procedono nelle indagini e negli esami con gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell'autorità giudiziaria. Ve ne sono state in totale sino ad oggi una sessantina circa, una delle prime è stata sulla miseria. Indagini, accessi, verifiche, ispezioni, soldi pubblici spesi per attività che alla fine dei conti nella storia della Repubblica italiana hanno mai portato a qualcosa di concreto? 
Le Commissioni d'inchiesta per essere efficaci dovrebbero semplicemente essere indipendenti dalla politica, perchè si ha la sensazione che nel corso della storia queste Commissioni son servite più a svolgere la funzione dell'accontentino sociale, per non arrivare a niente, per silenziare o distogliere l'attenzione o per punire qualche data realtà, diventando strumento di vendetta politica, che di garanzia della tenuta dello stato democratico. E' innegabile che vi è chi ci crede e chi all'interno di molte di queste Commissioni si batte per sfondare muri dell'omertà a colpi di picconate, ma il punto è il dopo. Il vuoto totale quando va bene. 


Queste quelle che hanno caratterizzato l'ultima legislatura:

Commissioni d'inchiesta bicamerali
Commissioni d'inchiesta monocamerali

Commenti