Da così a così più di un milione di morti ed oltre due milioni di feriti



Quattro anni di conflitto sul fronte "italiano" complessivamente oltre un milione di morti, oltre due milioni di feriti, oltre ogni immaginazione. Ancora oggi è difficile quantificare in modo esatto il numero delle vittime tra soldati italiani ed austriaci. I dispersi sono tanti, i militi ignoti tantissimi.
Non vi è stata alcuna ricongiunzione ad alcuna madre patria. Semplicemente l'Italia ha aggredito terre che rivendicava. Le responsabilità per quello che accaduto, nel più grande crimine del '900, vanno condivise tra regnicoli ed imperiali. Non vi è stata alcuna vittoria, quale vittoria per una vera e propria catastrofica ecatombe di simili proporzioni  e per un fazzoletto di terra? Quando cammini in questi luoghi, come Trieste, Trento o Gorizia, per citare quelli più simbolici,  pensi che non sono né santi, né maledetti, nessun misticismo. Niente. Luoghi, come tanti. Dove ci si è ammazzati come bestie, forse anche peggio delle bestie, perchè le bestie hanno delle regole in natura che non disattendono, l'uomo è capace di essere ancora più bestiale della bestia. Un fazzoletto di terra, milioni di morti. Quella storia è fatta di tanti se, a partire dallo scoppio fino al suo apice. Tanti se che dovrebbero spingere chiunque a vedere le cose come sono poi finite. Milioni di morti, milioni di feriti, devastazione totale, che ha portato poi alla seconda catastrofe mondiale, per arrivare alla situazione di oggi...

Marco Barone


Commenti