Udinese Inter: Quando allo stadio, tifosi di squadre diverse, sono seduti accanto



Indossi la tua sciarpa dell'Inter, squadra che sostieni fin da piccolo. Insieme alla tua famiglia, dopo una fila che non sembrava mai aver fine, entri nell'arena di questo nuovo secolo, che nel cuore del friulano sarà per sempre stadio Friuli, come ancora indicano i cartelli stradali della tangenziale o sparsi per la città di Udine, ma che la modernità ha voluto oggi divenire Dacia Arena. Stile inglese, così come inglese è anche il comportamento che si vive all'interno dello stadio, rinnovato di Udine. Sai che potrai indossare la sciarpa della squadra avversaria dell'udinese, sai che potrai essere circondato da tifosi dell'udinese, ma sai che potrai vivere tranquillamente e con serenità l'evento sportivo pur tifando per l'altra squadra. Tifosi di squadre diverse, seduti accanto, nello stesso stadio. Una cosa normalissima in alcune zone d'Europa, che hanno dovuto subire terapie d'urto intensive e durissime per reprimere i delinquenti dello stadio,  cosa ancora rara in Italia, ma diventata da tempo la normalità ad Udine. Dove il calcio coinvolge famiglie, non vi è alcun limite di età, e dove, durante questo gelido inizio 2017, lo stadio era pieno, per la bella partita Udinese Inter, vinta dall'Inter, forse in modo immeritato, un pareggio sarebbe stata probabilmente la cosa più giusta. Ma la regola non scritta del calcio non conosce tregua, goal mangiato, goal subito, e così è stato per l'Udinese, piccola realtà sportiva, con un grande stadio, e che continua ad offrire uno spettacolo abbordabile da tutti in una realtà composita come quella del Friuli Venezia Giulia. 

Marco Barone


Commenti