Passa ai contenuti principali

Attenzione a liquidare Alternative für Deutschland solo come movimento anti-immigrati

In neanche tre anni di vita Alternative für Deutschland ha oltre 280 mila mi piace su Facebook, diversi milioni di elettori, ed è diventato noto con il 22% dei voti del Meclemburgo-Pomerania. Liquidato subito come movimento anti-immigrati. Tale semplicismo rischia di non far comprendere il senso di questo movimento. Basta leggersi il programma ed il loro primo punto non è quello sull'immigrazione, questo è al nono punto su un programma complessivo di 14 punti, ma sulla struttura governativa che dovrà avere la Germania. Vogliono il referendum sul modello svizzero, una economia sociale di mercato, il federalismo, il sostegno alla famiglia tradizionale, un sistema presidenzialista forte. Ed è soprattutto un movimento che vuole l'uscita dall'Euro e sostiene pienamente la Brexit. Vogliono tutelare i confini tedeschi, rinforzare lo stato di diritto,vogliono il servizio militare obbligatorio, migliori rapporti con la Russia, la tutela della lingua tedesca, il divieto del velo nei luoghi pubblici, hanno diversi punti a tutela dell'ambiente, vogliono tutelare la pesca, l'agricoltura tutelare gli animali, creare un giusto equilibrio in materia di caccia ecc. Sono ovviamente per la conservazione, contrari al matrimonio omosessuale, si oppongono all'aborto, sono contro le quote rosa. E' un movimento che trae la sua forza dal fallimento delle politiche europee, vogliono una Germania indipendente e forte. Questo è il punto nodale della questione. Come accaduto per la Brexit. La Brexit non ha vinto banalmente per una questione di immigrazione. Questa è una enorme fesseria. E' sicuramente vero che il tema dell'immigrazione è caldo, che è stato usato in chiave razzista, ma non è stato determinante. Se non si comprendere che questi movimenti crescono perchè la gente comune non ne può più di questa Europa e se si semplifica il tutto all'ennesima potenza, come se l'immigrazione fosse l'unico punto di sfogo di un problema più serio e complesso, non solo si favorirà il processo di disgregazione dell'Europa, ma si continuerà ad usare l'immigrazione come il capro espiatorio di un disagio sociale, economico e strutturale più complesso. Sicuramente il razzismo è un problema, la xenofobia è un problema, l'intolleranza è un problema, e spesso vengono strumentalizzati per altri fini, per lavarsi la coscienza, quando l'Europa è la prima a non aver fatto nulla per i migliaia di migranti crepati nel Mediterraneo. Ogni tanto sbuca qualche foto ad effetto, che commuove per dieci minuti, poi tutto come prima, anzi, peggio di prima. Esistono oggi le condizioni sociali per il ritorno di nazionalismi esasperati che favoriranno nazismi e fascismi in chiave moderna? Sì. Ci sono e ciò si sta realizzando. Ma ciò è la conseguenza di un sistema economico disastroso, delle diseguaglianze sociali, dell'austerità, di regole folli imposte dall'Europa prive di ogni logica, come il patto di stabilità o parametri del 3%. Imposti dall'alto che fanno letteralmente crepare i nostri Comuni. Insomma il vero nocciolo della questione è l'economia e le regole del mercato del capitalismo. Solita storia, soliti problemi, che ogni volta cerchiamo di raggirare solo per la paura di dover ammettere che abbiamo sbagliato tutto. Ma dagli errori si può sempre imparare, ma qui si persevera nella errata via, e ciò non è umanamente comprensibile, è stupidamente diabolico.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le conclusioni della Commissione d'inchiesta sul caso Moro

Nelle considerazioni conclusive della Commissione d'inchiesta sul Caso Moro emergono spunti di riflessione importante ed anche inquietanti che dovrebbero far tremare i pilastri della nostra Repubblica. Un lavoro durato alcuni anni, con diverse audizioni, accessi a documenti, verifiche, ispezioni, un lavoro enorme e giunto a termine.    La legge istitutiva della Commissione (Legge 30 maggio 2014, n. 82) ha assegnato come mandato all'inchiesta parlamentare quello di «accertare eventuali nuovi elementi che possono integrare le conoscenze acquisite dalle precedenti Commissioni parlamentari di inchiesta sulla strage di Via Fani, sul sequestro e sull'assassinio di Aldo Moro; eventuali responsabilità sui fatti di cui alla lettera a) riconducibili ad apparati, strutture e organizzazioni comunque denominati ovvero a persone a essi appartenenti o appartenute». E' stato sottolineato che è "dalla rilettura sistematica dei cinque processi e dell'attività delle precedenti…

Il pranzo sociale dell’ANPI di Ronchi ( foto) sotto il segno dell’antifascismo e dei ricordi

Riuscito e partecipato il pranzo sociale organizzato dall’ANPI di Ronchi presso l'accogliente agriturismo Mazzuchin di Vermegliano a pochi passi dalla suggestiva chiesetta di Santo Stefano e durato per buona parte del pomeriggio del 16 dicembre. Quasi un centinaio i partecipanti, dove sotto il segno della musica, partigiana e popolare, balli e ricordi, senza dimenticare l'immancabile lotteria curata con una passione unica dalla solita ed immancabile ed unica Angela, si è consumato un momento conviviale oramai tradizionale. Non sono mancati i momenti di confronto e di riflessione, con i messaggi e gli spunti offerti sia dal Presidente provinciale dell’ANPI di Gorizia, Pironi che dalla Presidente dell’ANPI di Ronchi, Cuzzi.

Il segretario Martinuzzi ha ricordato tutta l’attività svolta dall’ANPI di Ronchi, dai pellegrinaggi laici organizzati nei luoghi della resistenza in Slovenia, ai gemellaggi storici, agli incontri con le scuole, agli appuntamenti del 25 aprile e 2 giugno, a…

Realtà virtuale come un giorno viversi il proprio mondo "felicemente" da casa

La realtà virtuale che è cosa diversa dalla realtà aumentata è tra noi. Nessuna tecnologica ufologica, ma in ogni caso impressionante. Osservare dall'esterno l'individuo  catapultato nel giro di un niente in una dimensione spaziale e temporale diversa da quella che vivi quotidianamente è un qualcosa di assurdo, incredibile. Matrix è tra noi.

Vedrai l'uomo o la donna trasformarsi in un qualcosa di indefinito, muoversi lentamente, con i guanti o con la strumentazione che completerà la proiezione ed il trasporto nella nuova dimensione resa possibile da un casco  con la funzione di visore, da cuffie ed un filo. Dipendente da un filo, lo spazio entro il quale puoi muoverti è limitato, quello reale, ma è immenso quello virtuale.

Percepisci i suoni, le vibrazioni, mancano solo gli odori, ma arriveranno presto anche questi.  Il completamento sensoriale è vicino ad essere ultimato. Vedrai esseri umani essere trasformati in oggetti danzanti, improvvisati scalatori verso l'infin…