Passa ai contenuti principali

Attenzione a liquidare Alternative für Deutschland solo come movimento anti-immigrati

In neanche tre anni di vita Alternative für Deutschland ha oltre 280 mila mi piace su Facebook, diversi milioni di elettori, ed è diventato noto con il 22% dei voti del Meclemburgo-Pomerania. Liquidato subito come movimento anti-immigrati. Tale semplicismo rischia di non far comprendere il senso di questo movimento. Basta leggersi il programma ed il loro primo punto non è quello sull'immigrazione, questo è al nono punto su un programma complessivo di 14 punti, ma sulla struttura governativa che dovrà avere la Germania. Vogliono il referendum sul modello svizzero, una economia sociale di mercato, il federalismo, il sostegno alla famiglia tradizionale, un sistema presidenzialista forte. Ed è soprattutto un movimento che vuole l'uscita dall'Euro e sostiene pienamente la Brexit. Vogliono tutelare i confini tedeschi, rinforzare lo stato di diritto,vogliono il servizio militare obbligatorio, migliori rapporti con la Russia, la tutela della lingua tedesca, il divieto del velo nei luoghi pubblici, hanno diversi punti a tutela dell'ambiente, vogliono tutelare la pesca, l'agricoltura tutelare gli animali, creare un giusto equilibrio in materia di caccia ecc. Sono ovviamente per la conservazione, contrari al matrimonio omosessuale, si oppongono all'aborto, sono contro le quote rosa. E' un movimento che trae la sua forza dal fallimento delle politiche europee, vogliono una Germania indipendente e forte. Questo è il punto nodale della questione. Come accaduto per la Brexit. La Brexit non ha vinto banalmente per una questione di immigrazione. Questa è una enorme fesseria. E' sicuramente vero che il tema dell'immigrazione è caldo, che è stato usato in chiave razzista, ma non è stato determinante. Se non si comprendere che questi movimenti crescono perchè la gente comune non ne può più di questa Europa e se si semplifica il tutto all'ennesima potenza, come se l'immigrazione fosse l'unico punto di sfogo di un problema più serio e complesso, non solo si favorirà il processo di disgregazione dell'Europa, ma si continuerà ad usare l'immigrazione come il capro espiatorio di un disagio sociale, economico e strutturale più complesso. Sicuramente il razzismo è un problema, la xenofobia è un problema, l'intolleranza è un problema, e spesso vengono strumentalizzati per altri fini, per lavarsi la coscienza, quando l'Europa è la prima a non aver fatto nulla per i migliaia di migranti crepati nel Mediterraneo. Ogni tanto sbuca qualche foto ad effetto, che commuove per dieci minuti, poi tutto come prima, anzi, peggio di prima. Esistono oggi le condizioni sociali per il ritorno di nazionalismi esasperati che favoriranno nazismi e fascismi in chiave moderna? Sì. Ci sono e ciò si sta realizzando. Ma ciò è la conseguenza di un sistema economico disastroso, delle diseguaglianze sociali, dell'austerità, di regole folli imposte dall'Europa prive di ogni logica, come il patto di stabilità o parametri del 3%. Imposti dall'alto che fanno letteralmente crepare i nostri Comuni. Insomma il vero nocciolo della questione è l'economia e le regole del mercato del capitalismo. Solita storia, soliti problemi, che ogni volta cerchiamo di raggirare solo per la paura di dover ammettere che abbiamo sbagliato tutto. Ma dagli errori si può sempre imparare, ma qui si persevera nella errata via, e ciò non è umanamente comprensibile, è stupidamente diabolico.

Commenti

Post popolari in questo blog

Per la prima volta nella storia di Ronchi arriva l'antimafia

No, nessun effetto  cinematografico. Niente sirene spiegate, palette fuori dall'auto in corsa. Niente poliziotti con il passamontagna. Ma in una regione come il Friuli Venezia Giulia non più isola felice, ma presa di mira dalla camorra e dalla 'ndrangheta in particolar modo ,quando si realizzano cantieri ed opere di una certa rilevanza bisogna metterlo in conto. Cosa? L'accesso del gruppo interforze che ha la scopo di intervenire per prevenire infiltrazioni mafiose nei pubblici appalti. 
Il prefetto dispone accessi ed accertamenti nei cantieri delle imprese interessate all'esecuzione di lavori pubblici, avvalendosi, a tal fine, dei gruppi interforze  ed al termine degli accessi ed accertamenti disposti dal prefetto, il gruppo interforze redige, entro trenta giorni, la relazione contenente i dati e le informazioni acquisite nello svolgimento dell'attività ispettiva, trasmettendola al prefetto che ha disposto l'accesso. Il prefetto,  una volta acquisita la relaz…

La nuova strage di migranti nel Mediterraneo era prevedibile e forse anche voluta nel nazismo del terzo millennio

Lo si sapeva. Lo si sapeva che in tarda primavera sarebbero ripresi gli sbarchi dalla Libia. Con i soliti schemi, metodi. Tutto era prevedibile, conoscibile. E qui la chiusura criminale della rotta balcanica non c'entra nulla. Viviamo in una società dove il più grande crimine di guerra mai compiuto e mai punito, quale il lancio delle bombe atomiche sul Giappone, viene quasi giustificato. Senza quelle bombe non sarebbe finita la seconda guerra mondiale, si dice. E per questo non si deve chiedere scusa. Sono certo che se quelle bombe le avesse lanciate la Russia, oggi si racconterebbe una storia diversa. Ma il mondo funziona così. L'Europa, costituita da Paesi ricchi, si chiude per non essere contaminata dalle razze inferiori. Sì, parlo di razze, si parlo di inferiori. Perché? Perché il fantomatico sentimento razzista di paura, trova in realtà il proprio fondamento in quel concetto di superiorità della razza pura del terzo millennio, che non deve essere intaccata dai poveracci …

Koper o Capodistria?Fiume o Rijeka?Merna o Miren?Londra o London? Trieste e Trst?

Esistono diversi processi di italianizzazione, i più noti sono quelli figli dell'abitudine, figli di quel modo di fare che hanno trasformato London in Londra, Berlin in Berlino, Barcelona in Barcellona, Marseille in Marsiglia ecc. Si dirà che è semplice traduzione. Fattore tipico di tutte le lingue. Poi vi sono luoghi che sono stati soggetti all'italianizzazione forzata tramite la nota opera nazionalfascista e di esempi ve ne sono a bizzeffe, se ne perde il conto, sia in Italia che in Slovenia che in Croazia che ovunque l'Italia abbia operato in tal modo.
Ad esempio Redipuglia  ha storpiato lo sloveno Sredipolje. In altri casi si utilizza l'italianizzazione per rispetto anche della comunità italiana che vi abita, non chiamare quei luoghi con il loro nome italiano significherebbe negare l'esistenza della comunità italiana, almeno per gli italiani autoctoni del luogo è così, pensiamo Capodistria il cui nome in sloveno è Koper, o Rijeka diventata Fiume. Italianizzazi…