Il lago dei cocai



Specchio sul mare,
 lì il bianco sovrano del castello di Miramare,e nel vortice del silenzio
tra il bacino della Marina di San Giusto
ed il dormiente Ursus,
attraversando le campane silenti di una città senza più ora certa,
solleticano il golfo i cocai reali di Trieste
dal becco rosso
e ali aperte verso l'oltre di quel confine carsico
che ancora non hai osato ancorare
nella profondità dell'infinito sperare


Commenti