Passa ai contenuti principali

Il Partigiano Tone Tomšič




Una giornata qualunque ed  incontri un tuo amico e in quel rione di Roiano di Trieste scoprirai che le mura che attualmente ospitano la tua quotidianità per diverso tempo hanno accolto colui che sarà il partigiano Tone Tomšič .
Mura, finestre, porte e silenzi. Poco o nulla è rimasto di quel tempo, poco o nulla si conosce del partigiano Tone.
Ho provato a chiedere lumi ad un mio amico  ricercatore e studioso, Sandi Volk, e mi riferirà che le notizie su di lui le troverai prevalentemente in sloveno, a Lubiana esiste un coro, noto, che porta il suo nome, ma esisteranno anche vie e strade a lui dedicate.
Provi a fare una ricerca su internet e l'unico sito in italiano che conferisce qualche breve informazione sarà questo (http://toscano27.wordpress.com/) e leggerai: "– avvocato – nato a Trieste il 9 giugno 1910 – residente a Lubiana – dal 1930 iscritto al Partito Comunista – dal 1937 membro del Comitato Centrale del Partito Comunista Sloveno, quindi segretario del medesimo e candidato al Comitato Centrale del Partito Comunista Jugoslavo -. È tra i primi organizzatori del fronte di liberazione e delle formazioni partigiane impianta tipografie clandestine ed è redattore del giornale. « Slovenski Porocevalec » (« Informatore sloveno ») -. Catturato nel dicembre 1941, in seguito a delazione, da elementi della Gestapo, in una delle sue abitazioni clandestine -tradotto nelle carceri di Lubiana, St. Vid, Beunijc, indi a Graz (Stiria) – undici volte sottoposto a tortura -. Processato il 16 maggio 1942, a Lubiana, dal Tribunale Militare della II° Armata Italiana Fucilato a Lubiana il 21 maggio 1942 —Insignito dell’Ordine di Eroe Nazionale".


E poi seguirà questa lettera: (Dallo sloveno).
20.5-1942
"Ai nostri eroici partigiani! Fino a noi che ci troviamo dietro le inferriate delle prigioni degli invasori è giunta la voce delle vostre grandi vittorie. La fede inflessibile dei nostri compagni e delle compagne, prigionieri dei fascisti, nella grande causa della liberazione della nazione slovena e del popolo lavoratore, in seguito a tali notizie si è maggiormente rinsaldata e i nostri giovani — la cui vita vogliono avere gli invasori fascisti — guardano sorridenti e con disprezzo la morte, consci che anche il loro sacrificio pone le basi al libero avvenire della nazione slovena e del popolo lavoratore.
Compagni partigiani!
Non vi diremo parole di incitamento. Sappiamo bene che l’eroismo non vi manca. Solo questo: compagni, il nostro spirito vi segue ovunque, siamo con voi in tutte le vostre lotte, con voi soffriamo, con voi attacchiamo il nemico e persino le nostre tombe vi sosterranno nella grande lotta che state combattendo e che non può concludersi che con la completa vittoria.
Accogliete l’ardente saluto di noi prigionieri dietro le inferriate delle prigioni degli invasori".

Un senso di inquietudine da un lato, di orgoglio dall'altro dominerà il mio pensiero ogni qualvolta aprirò la porta di quella casa di Roiano.

Commenti

Post popolari in questo blog

Giorno del ricordo a Gorizia e agibilità democratica: Revocata sala gestita dalla provincia a resistenza storica

Era stato promosso dal gruppo di Resistenza Storica e sinistra goriziana antifascista, un convegno per il 10 febbraio dal seguente titolo, da svolgersi in Gorizia, presso il palazzo provinciale Attems:11 ANNI DI "GIORNO DEL RICORDO" Tra mistificazioni storiche e rivalutazione del fascismo. Questi gli interventi previsti: Alessandra KERSEVAN: Il ruolo della X Mas al confine orientale; Claudia CERNIGOI: Il "fenomeno" delle foibe e gli scomparsi da Gorizia nel maggio 1945; Sandi VOLK: 10 anni di onorificenze della legge del Ricordo; Piero PURINI: Gli esodi prima e dopo il secondo conflitto mondiale; Marco BARONE: "Volemo tornar". L'irredentismo del terzo millennio; nota di inquadramento storico e coordinamento del dibattito a cura di Marco PUPPINI. Contestualmente a ciò, nella stessa giornata, nella stessa città, ma in luogo diverso, è previsto il convegno organizzato dalla Lega Nazionale di Gorizia, con l'alto patrocinio della Prefettura, Provincia…

Se Babbo Natale ha ridimensionato San Nicolò

Ma è più sentito San Nicolò o Babbo Natale?

Questo è quanto mi domandavo notando tutta la serie di prodotti realizzati, i mercatini diffusi, le fiere e quant'altro si afferma in prossimità della notte tra il 5 e 6 dicembre. Così come mi domando, ma quanti conoscono la sua storia? Quanti sanno che tipo di santo protettore sarebbe?  Scommetto che le mani alzate sarebbero una manciata.  Ed a dirla tutta non interessa, interessa quel giorno solo scambiarsi qualche regalino, girovagare per le fiere, bere e mangiare.
San Nicolò, dicono, è un santo molto venerato in tutto il mondo, addirittura avrebbe carattere universale. Sarà. Ma in Italia ci sono su più di 8 mila Comuni solo una ventina di località, e qualche Comune, ad avere questo nome e sono poche le località dove viene festeggiato, soprattutto in alcune zone del Nord Est ed in Puglia.  Vi è chi dice che Babbo Natale altro non sia che praticamente il San Nicolò in chiave pienamente consumistica, che avrebbe tratto origine da qu…

Le conclusioni della Commissione d'inchiesta sul caso Moro

Nelle considerazioni conclusive della Commissione d'inchiesta sul Caso Moro emergono spunti di riflessione importante ed anche inquietanti che dovrebbero far tremare i pilastri della nostra Repubblica. Un lavoro durato alcuni anni, con diverse audizioni, accessi a documenti, verifiche, ispezioni, un lavoro enorme e giunto a termine.    La legge istitutiva della Commissione (Legge 30 maggio 2014, n. 82) ha assegnato come mandato all'inchiesta parlamentare quello di «accertare eventuali nuovi elementi che possono integrare le conoscenze acquisite dalle precedenti Commissioni parlamentari di inchiesta sulla strage di Via Fani, sul sequestro e sull'assassinio di Aldo Moro; eventuali responsabilità sui fatti di cui alla lettera a) riconducibili ad apparati, strutture e organizzazioni comunque denominati ovvero a persone a essi appartenenti o appartenute». E' stato sottolineato che è "dalla rilettura sistematica dei cinque processi e dell'attività delle precedenti…