Deserto clandestino

Sabbia desertica,

aria catartica

soffia via la solitaria

solitudine nella clandestina libertà

ritrovata in quel deserto

ora sabbioso,

nell'atto di abbandonar

la nudità dei sogni ora desiderati,

domani abbracciati.

E nell'abbraccio lento ma fugace,

bagnato dalle lacrime dell'oasi illusa dal calor umano,

in quel deserto polare,caldo ma freddo

immerso nella magia della fauna catturata dallo sguardo vivo,

nel presente passato,

tendi la mano al divenire orizzonte.


Marco Barone

fonte foto:http://www.google.it/imgres?imgurl=http://artevizzari.altervista.org/QUADRI%2520VIZZARI%2520x%2520SITO/Deserto%2520cm%252055x30.png&imgrefurl=http://artevizzari.altervista.org/vizzari%2520recensioni.htm&usg=__bY4t131Pmvh8wxOogJ0XCynPF4E=&h=316&w=600&sz=315&hl=it&start=159&zoom=1&tbnid=M2NlnUZsE8QCVM:&tbnh=71&tbnw=135&prev=/images%3Fq%3Ddeserto%26start%3D140%26hl%3Dit%26sa%3DN%26gbv%3D2%26tbs%3Disch:1&itbs=1

Commenti