Auguri di Capodanno.

Dalle Fiandre antiche nel festeggiar la materia e la non materia

ecco Giano, che guardando oltre il futuro, nel ricordar a tutti noi il vissuto passato,

bagnando con le acque del Tevere il sogno dell'avvenir sospeso nel dubbio,

offrir al sogno libero e liberato dal momento di stasi nella collettiva follia,

in quel brindar al cielo notturno

la voglia di mutamento.

E per la via del cambiamento rivoluzionario,

auguro a tutte e tutti

anno di follia nell'amore,

e rivoluzionario nella lotta.

Marco Barone

Commenti